presentato il nuovo Piano Nazionale per la Formazione dei Docenti

By | 4 ottobre 2016

schermata-2016-10-04-alle-10-15-31

Il 3 ottobre a Roma è stato presentato ufficialmente il nuovo Piano Nazionale per la Formazione dei Docenti, che definisce il quadro generale e le linee d’azione sul quale si articolerà la formazione in servizio dei docenti, Obiettivi, priorità, modalità, attori coinvolti, risorse. Molte risorse.

Un cambio di passo, in ogni caso che metteranno alla prova la modellizzazione in rete.

I temi centrali per l’attività del Servizio Marconi TSI, le competenze digitali dei docenti e l’innovazione metodologica e didattica in ambienti di apprendimento digitali, rientrano a pieno titolo tra le priorità del Piano Nazionale. In molte attività da noi svolte in prima persona negli ultimi 2 anni, in primo luogo la sequenza degli incontri in Sala Ovale, riconosciamo appieno diversi obiettivi impliciti che gli esperti intervenuti ieri hanno sottolineato come determinanti in un sistema formativo efficace (e che il Piano fa suoi, come rafforzare la capacità di collaborare e lavorare in gruppo dei docenti, consolidare la percezione del bisogno di formazione continua, rafforzare l’immagine e la percezione di sé del docente attraverso l’acquisizione di competenze specifiche e la capacità di innovare).

È chiaro che il Piano impone un cambio di rotta e anche la proposta formativa del Servizio Marconi si armonizzerà ed amplierà ulteriormente per realizzare le priorità del Pin-Form, recependo i provvedimenti che seguiranno per la sua effettiva realizzazione.

Ci piace sottolineare come il Piano preveda che le scuole, nella loro autonomia, in proprio o in rete tra loro, siano soggetti qualificati ad erogare attività di formazione pienamente valida e riconosciuta quando rientra nelle priorità indicate dal quadro operativo definito dal Piano stesso. Il Piano si realizza infatti nell’ottica triennale propria delle scuole, in rapporto con il Piano dell’Offerta formativa, con il Piano di Miglioramento e con il Rapporto di autovalutazione in una circolarità integrata.

Nel comune bisogno di informarsi, approfondire, confrontarsi per poter impostare al meglio le prossime azioni di formazione, proponiamo i documenti essenziali: