School Maker Day 2019 – a breve le call per partecipare

By | 30 Gennaio 2019

Ai makers delle scuole dell’Emilia-Romagna

(…e a tutti gli interessati!)

Torna anche quest’anno lo School Maker Day 2019, manifestazione giunta alla sua quarta edizione.

Tutti gli alunni e docenti maker attivi nelle scuole dell’Emilia-Romagna sono invitati a partecipare come espositori o come visitatori, ad un ‘evento che è ormai diventato un punto di riferimento per il movimento maker in ambito educativo.

Si articolerà ancora una volta in due giornate: venerdì 3 maggio e sabato 4 maggio 2019 e si terrà nei locali dell’Opificio Golinelli, via Paolo Nanni Costa 14 a Bologna.

La prima giornata vedrà confermata la novità che avuto molto successo l’anno scorso: tre Hackathon rivolti rispettivamente agli studenti delle scuole primarie, delle scuole secondarie di primo grado e di secondo grado. In contemporanea alle competizioni si terranno workshop e seminari per docenti sui temi della cultura maker, riconosciuti come attività di formazione.

Partecipare agli hackathon: CALL FOR HACKERS – a breve
Partecipare agli incontri: ISCRIZIONI – a breve

La seconda giornata sarà invece dedicata all’esposizione dei progetti sviluppati dalle scuole e sarà aperta anche al pubblico degli appassionati e dei curiosi.

Partecipare come espositori: CALL FOR MAKERS – a breve
Partecipare come visitatori: ISCRIZIONI – a breve

Questa comunicazione “save the date” viene pubblicata per facilitare le scuole che intendono partecipare agli eventi dello School Maker Day 2019, inserendo la partecipazione nella loro programmazione didattica.

Ulteriori informazioni sulle modalità di partecipazione e sulle scadenze saranno pubblicate sul sito dedicato: https://www.schoolmakerday.it

School Maker Day 2019, come già gli anni scorsi, è organizzato dall’Istituto di Istruzione Superiore “Belluzzi-Fioravanti” di Bologna, all’interno del Laboratorio Territoriale per l’Occupabilità “Opus facere – Fare per capire”, con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna/Servizio Marconi TSI, della Fondazione Golinelli e della Città Metropolitana di Bologna.