RoboCoop

robocoop_azzurro

Quasi 10 anni di Scuola Digitale hanno sostanzialmente consolidato l’idea di un Digitale in Classe che segue la logica della LIM (schermo condiviso di grandi dimensioni), della Classe2.0 (strumentazioni in mano agli studenti per interagire condividere e collaborare), dell’uso strumentale di risorse e servizi 2.0 in rete, di “piattaforme”. Non sono traguardi raggiunti in tutte le scuole, ma la strada è in qualche modo segnata e molti esempi virtuosi sono già stati realizzati.

Il presentarsi di nuove istanze e tendenze, il riemergere di vecchi temi in parte accantonati caratterizzano il nostro tempo. Il Servizio Marconi TSI ha esplorato questi terreni e sperimentato nuove soluzioni, sia in veste istituzionale sia con la partecipazione a titolo personale di alcuni suoi componenti a progetti quali CoderDojo e Girls Code it Better.

Azione Coop Estense per le Classi 2.0, un mix di dotazione, formazione ed accompagnamento, a due anni dal lancio ha mostrato una scuola in movimento, che ha colto e fatto proprie molte idee e suggerimenti della proposta. La valutazione positiva dei risultati ottenuti ha spinto il donatore a riproporre anche per il prossimo anno scolastico una nuova azione sempre in tema di innovazione digitale della didattica. È ancora affidato a Servizio Marconi il design tecnico dell’intervento; il campo si allarga anche alle scuole già colpite dal sisma del 2012 delle province di Bologna e Reggio Emilia, in virtù del coinvolgimento di altre tre cooperative di consumo (Adriatica, Consumatori Nord-Est, Reno). La realizzazione è possibile grazie alla decisione delle COOP operanti in Emilia di destinare a questa azione i fondi raccolti dai soci delle cooperative di consumo del distretto tirrenico dopo il sisma del 2012. Ed è a loro che va il nostro ringraziamento.

La proposta di ROBOCOOP nasce dall’idea di innestare su un tessuto già vivo ed in movimento di “scuola 2.0” nuovi spunti e istanze che derivano dalle recenti interazioni con il mondo del coding, del making, della didattica del fare, con specifico riferimento alla scuola primaria.

Un “kit di partenza”, fatto di mini-robot per la didattica, di strumenti per programmarli, di una serie di incontri di formazione e di un’azione di accompagnamento per i docenti che si metteranno in gioco, viene proposto ad una sessantina di scuole, che coprono tutta l’area emiliana già colpita dal sisma. Il kit, pensato agile ed essenziale per semplificare la sperimentazione con piccoli gruppi e valutare l’efficacia degli strumenti proposti (alcuni dei quali nuovissimi e appena giunti in Italia), potrà essere facilmente introdotto nella didattica quotidiana. Dopo questa fase propedeutica (…toccar con mano cose che funzionano…) si potrà infatti verificare l’efficacia della proposta, per decidere come eventualmente investire in modo più sistematico nuove risorse in questa direzione.

 

Servizio Marconi TSI, come già in Azione Coop Estense per le Classi 2.0, fornirà il massimo supporto per dimostrare come i presupposti individuati in fase di progettazione possano portare ad una reale e proficua innovazione della didattica CON le tecnologie.

==========================

Materiali e link:

Incontri di lancio/presentazione della proposta RoboCoop: Camposanto (MO) 11/05, San Pietro in Casale (BO) 12/05, Ferrara 13/05, Correggio (RE) 18/05
Documentazione>>

Intervento di Giovanni Govoni al convegno “SmartEducation”, Bologna 25/05
Documentazione>>